Anemone


Sto giocando a Pokèmon Nero e devo dire che la storia mi piace, ma il gameplay è davvero sputtanato: non è possibile che il menu sia così scomodo, e che si arrivi ai capipalestra con infiniti livelli in più oneshottandoli! >:/ però Anemone è proprio gnocca, e mi sono divertita a renderla nel mio stile *prossimamente, with colors and fixed*.

Immagine

Works in Progress


Mi sembra giusto postare anche i miei piccoli aborti, visto il poco, pochissimo tempo che sto dedicando all’arte…

Immagine

Tentativo di disegnare Madoka. La fanart completa dovrebbe essere una dark Madoka, o comunque un concept particolare che coinvolge Gretchen, ma boh, vedrò cosa mi dirà l’ispirazione quando deciderò di rimetterci mano…

Schizzo sulla moleskine di Giotto, inquietante perchè quel giorno ho ricevuto (brutte) notizie da una mia conoscenza legata a questo personaggio…


Schizzo “abbinato” di Cozart, ispirato da Poppyfields.

Elettra, Mistral


Incredibile come dei concept possano cambiare nel tempo. Basta un’oretta libera, un foglio bianco e un po’ di ispirazione, e vengono fuori dei sorprendentemente buoni design. Sono stata sorpresa io stessa dalla riuscita di questi personaggi, perchè è la prima volta che mi diletto nell’invenzione di costumi! Mi sembra di starci prendendo la mano, ma al lettore lascio il giudizio >_<

Elettra, Cannoniera. Le ho dato un camice da laboratorio (cannoniere->calcolo della traiettoria->fisica/ingegnera) arricchito da fasce su avambracci e vita, e fibbie altrove. Sotto il camice c’è un completo aderentissimo ma semplice. Quando il camice si strappa, appare il completino che le dà maggior dinamismo e fanserviceosità °_°; Il disegno completo dell’outfit è sul mio taccuino… Le armi sono dei cannoni/fucili/artiglieria dal design molto fantasioso. L’aspetto schizzato sarà mantenuto anche in un eventuale manga-illustrazioni per rendere l’idea della materializzazione instabile (tutto viene creato grazie all’immaginazione nella storia. Vorrei approfondire il concetto di ispirazione come “potere trainante” a Neuralia…)

L’aspetto ricorda dannatamente Giotto, o almeno il mio modo di disegnarlo, e giuro che la cosa non è stata volontaria. Faust ricorda Cozart. E la cosa ha anche senso. Ma per la miseria, ricado nei luoghi comuni dei doujinka alla prima storia originale. xD

Mistral. Il simbolo del team, a proposito, è una stella a quattro punte (ma potrei passare al pentacolo per omaggiare i subsonica). Il vestito ricorda una tunica greca molto liberamente interpretata. E’ un revival dei miei primissimi disegni in stile manga “autonomi”: dopo aver copiato guerriere sailor per anni, tentai alle medie, per la prima volta, l’ideazione di personaggi miei… e ritengo di essere ancora vagamente a quei livelli.xD Ad ogni modo, i miei primi personaggi avevano la tunica, e degli occhi squadratissimi…

Materializza frecce (vedi sopra) e le lancia senza arco. Ha un corpo molto più minuto rispetto a Elettra.