Elettra in technicolor


 

Vi presento Elettra, l’eroina di questa storia. ….Eroina…?

Prima che critichiate il disegno: no, non è quality. E’ uno schizzo coi colori piatti, l’ho fatto giusto per vedere finalmente la mia bimba a colori, e per vedere se questi colori le stanno bene(eee quante volte ho detto colori? COLORI!). Pare di sì. Potrei fare qualche aggiustamento ma la palette bene o male resta questa… vi potreste chiedere: perchè un tale pugno nell’occhio? Semplice, i suoi colori si basano su quelli dell’asso di bastoni delle carte napoletane:

Vedete? Ora immagino sia più facile per voi comprendere il design.
Il significato di questa carta è fallicahdgag*cough*, e per TRASLATO è venuta fuori la “creatività” (guarda tu che giro…) tra i significati di questa carta. Indica anche forza, volontà, buona riuscita. Forza, volontà, creatività? Sono tutte componenti dell’Imago! Niente di meglio per Elettra, che ne ha a dismisura.

Elettra è piccina picciò fisicamente, ma è un fascio di nervi. Se sapessi disegnare propriamente, potreste vedere tonnellate di schizzi in cui è mostrata al massimo del suo dinamismo: bozzetti in prospettiva nei quali scatta verso l’avversario e mette in mostra la sua agilità e forza.

Peccato io non sappia fare un cazzo.

Comunque.

A livello caratteriale è cupa, rabbiosa e determinata, razionale e intelligente. Fa piani su piani, combatte fino allo sfinimento, e sempre fino in fondo. Nasconde un lato ESTREMAMENTE emotivo e fragile, sopporta un peso troppo grande.

Il suo “Impiego” è Faber, il Fabbro. Forgia armi sempre diverse col suo martello-anche quello a tema “assodibastonesco”, già realizzato-devo solo postarlo. All’inizio Mistral e Hermes, i suoi compagni di squadra, fanno una gran fatica a capire la sua classe. Il suo elemento è il fuoco(con cui, perlappunto, forgia le armi).

Character Song: Quando – Subsonica

Annunci

[H/C] rough character drafts


Nel mio perpetuo progettare errepigì, eccomi finalmente con le sprite finite dei miei personaggi. Purtroppo nessuno di essi ha il costume che avevo progettato inizialmente, posterò poi delle illustrazioni con i concept originali.
Ovviamente mi sono divertita a fare anche dei rapidi schizzi a mezzobusto dei medesimi… che ne pensate?

Giotto e il suo peccato, lineart


Giotto e il suo peccato, lineart

Giotto osserva, commosso e sognante, lo scrigno che contiene il suo delitto: il sangue di Simon Cozart, suo migliore amico e fratello, ormai lontano e irraggiungibile come se fosse morto. Ma nessuno mai lo saprà… forse.

G pen, 0,05 della Staedtler, Moleskine e tanto amore perchè sennò la scatolina del Delitto col cazzo che la disegnavo. Quanti dettagli, minca mea.

Sayaka-preview


Ho comprato al Lucca Comics & Games 2012 una desideratissima figma di Sayaka Miki (da Puella Magi Madoka Magica), perchè è un personaggio che mi piace e mi rispecchia da morire. In realtà si potrebbe dire che sono in parte Sayaka (nel modo di amare), in parte Kyoko (nel cinismo acquistato attraverso il dolore). Sto passando un brutto periodo e mi sono ritrovata a guardare la figma in cerca di una qualsiasi consolazione: non l’ho trovata. Stavo guardando qualcosa che rappresentava esattamente quei sentimenti e quelle emozioni, non qualcosa che li esorcizzasse.

…avrei dovuto comprare la figma di Madoka, dopotutto…